Il nuovo racconto di Margherita Oggero è un viaggio nella Torino dei tempi che furono, tra schiscette e ricette della memoria, dalla panissa alla zuppa di pane.